Vera Gheno a Helsinki

La settimana della cultura e della lingua italiana a Helsinki è stata aperta dalla professoressa Vera Gheno, sociolinguista specializzata in Comunicazione mediata dal computer, docente
universitaria, traduttrice, membro della redazione di consulenza linguistica dell’Accademia della
Crusca e, dal 2012, responsabile del profilo Twitter dell’ente.
L’intervento, dinamico e fresco, ha catturato l’attenzione di tutti i presenti, e ha fornito una chiara diagnosi sulla situazione della lingua italiana oggi.
Secondo l’eclettica sociolinguista, l’italiano gode di ottima salute e le novità sono un sintomo della sua evoluzione e non un passo verso il degrado linguistico, come molti sembrano sostenere. Ad avere difficoltà sono gli italiani, e non si parla di politica o di economia, ma del rapporto con i libri, dell’autocoscienza linguistica, nell’esercizio della variazione di registro e nel ragionamento metalinguistico.
Per la Gheno la combinazione vincente, per un soggetto linguistico, starebbe nella
responsabilizzazione della comunicazione, nella riconquista di una auto-riflessione e nello
scegliere il silenzio quando non si sa abbastanza (come diceva anche Tamburino a Bambi nel
famoso cartone Disney: “Quando non sai che cosa dire… è meglio che non dici nulla”.)
Testo: Aurora Ciccarese

Lascia un commento